Blog: http://Riformisti.ilcannocchiale.it

Proposta di alleanza ai radicali e risposta

Su ragazzi, adottiamo i Radicali. Beh, a dir la verità temo che, invece che fattosi breve, il tempo sia proprio finito, dal momento che la CdL si è dimostrata molto più disponibile ad accordi elettorali con Pannella. Certo che sentendo l'altra mattina Buttiglione a Omnibus La7 sulla questione dire che i Radicali porterebbero qualche voto al centrodestra ma ne farebbero anche perdere diversi, pensavo che non aveva tutti i torti e che forse una maggioranza conservatrice-cattolica dell'elettorato della CdL non vedrebbe di buon occhio l'entrata dei Radicali. Si può dire lo stesso per la base del centrosinistra? Le resistenze sono invero moltissime, soprattutto contro l'amore per il liberismo dei Radicali. Ma è pur vero che le battaglie civili e per la libertà scientifica dei Radicali non possonoche trovare nella sinistra un alleato, com'è sempre stato in passato. Ricordiamoci di Saragat, Nenni, La Malfa, Parri e Malagodi riuniti per il NO al referendum sul divorzio. Quella era sinistra italiana. Anzi, centro e sinistra, ma non certo destra. Oggi eredi di questi partiti li troviamo anche nel centrodestra al governo, ma le componenti liberali di questa maggioranza sono sovente oscurate da quelle più spiccatamente conservatrici. Silvio Berlusconi dice di guidare una coalizione liberale. Il centrosinistra deve dimostrare che ciò corrisponde molto raramente al vero e che è il centrosinistra il vero polo liberale. In questo l'ostilità della sinistra radicale e la freddezza della maggioranza centrista  dalemiana dei Ds verso i Radicali non aiuta. Spero che Amato e lo stesso D'Amico e l'area liberal dei Ds facciano il possibile in tal senso.

Sinistro.  &nbs

Pubblicato il 21/1/2005 alle 2.15 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web