Blog: http://Riformisti.ilcannocchiale.it

COMUNITA' UNITE CONTRO IL TERRORE: FIRMATE!

E' una Dichiarazione scritta da bloggers  del Regno Unito dopo gli attentati del 7 luglio. La riproduco qui nell'ottima traduzione di un mio amico. Vi invito a firmarla.

Gli attacchi terroristici contro i londinesi del 7 luglio hanno provocato la morte di almeno cinquantaquattro persone. Gli attentatori suicidi che il 12 luglio hanno colpito a Netanya, in Israele, hanno ucciso dodici persone, tra cui due ragazze di sedici anni. E il 13 luglio, in Iraq, attentatori suicidi hanno massacrato ventiquattro bambini. Noi siamo solidali con tutti questi sconosciuti, mano nella mano, da Londra a Netanya e a Baghdad: comunità unite contro il terrore.
 
Questa violenza terroristica non è una risposta dei “Musulmani” alle ingiustizie perpetrate contro di loro dall’”Occidente”. Le democrazie occidentali sono responsabili di alcuni dei mali di questo mondo, ma non dei crimini di questo terrorismo, ispirato dall’inganno bin-Ladenista.
 Questi terroristi non odiano il peggio delle società che essi attaccano, ma il meglio. Essi disprezzano le libertà individuali, il pensiero critico, l’eguaglianza tra i sessi, la tolleranza religiosa, i diritti delle minoranze e il pluralismo politico. Essi non criticano la democrazia perché talvolta viene meno  ai suoi principi: essi si oppongono a quegli stessi principi.

 […] Di fronte a un siffatto nemico, noi crediamo che sia di vitale importanza che le forze democratiche di tutti i Paesi si uniscano. Ci serve un movimento globale di solidarietà che colleghi le comunità minacciate dal terrore. Stiamo uniti  contro il terrore.

 […] Noi siamo frequentemente esortati a comprendere i terroristi, ma troppo spesso queste esortazioni nascondono tentativi di trovare scusanti e giustificazioni per il terrorismo medesimo.

 […] Noi ci opponiamo fermamente a coloro che “scusano” i terroristi e che spacciano le atrocità del terrorismo  come “resistenza”.

Noi crediamo che la democrazia e I diritti umani meritino di essere difesi con tutte le forze. Valori umani quali il rispetto, la tolleranza e la dignità non sono “occidentali” ma universali.
Noi non abbiamo paura. Ma non siamo neppure mossi da spirito di vendetta. Noi crediamo che la benevolenza verso lo straniero abbia illuminato il cammino dell’uomo e che questa luce ci condurrà oltre le tenebre. Noi vogliamo far sì che la luce si unisca con luce per mostrare che il male, l’ingiustizia e l’oppressione non avranno l’ultima parola. Attraverso questi atti di umana solidarietà ripareremo i danni che il terrorismo ha prodotto nel mondo.

 Vi invitiamo a firmare questa Dichiarazione come un primo piccolo passo verso la costruzione di un movimento globale di cittadini contro il terrorismo.

Lo Struscio

Pubblicato il 19/7/2005 alle 23.59 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web